verde al taglio

Ai romani piacciono molto tutti i genere di esercizi d’asporto. Soprattutto quelli alimentari. Il forno, la pizza al taglio, il supplì, er tramezzino (che solo a Roma è un cult). Questo perchè al romano piace fare pochi salamelecchi quando magna, oltretutto con le mano, e poi se ne po’ annà subito così da evitare inutili questue antidigestive.

Sarà a questo che si sono ispirati i soliti sveglioni dell’arredo urbano. Stavolta in fatto di verde. Già, perché la Capitale ha i parchi più belli e rigogliosi d’Italia, ma on the road, soprattutto al centro, i cani e gli ubriachi stentano a trovare un filo d’erba e un tronco disponibile. Anzi, di norma quando ci possono togliere quelli che c’erano da anni e anni, sono puntualmente impeccabili nella rimozione. Non lasciano un granello di terra. Come davanti ai Mercati Traianei.

Capirete così la nostra ammirazione per il puntuale colpo di genio estetico…

ara pratoIl praticello SINTETICO intorno alla nuova ‘amatissima’ sede dell’Ara Pacis!

Non so se ce l’abbiano lasciato. O se fosse un modo di onorare l’insana passione tutta nostra per il calcetto e i legamenti in frantumi su queste moquette di terza (io ometterei "generazione"). Quello che so è che mi chiedo da quando non sono più un pischello (che giocava al Pincio) é:

INVECE DI QUESTE TECNOCAZZATE CI RI-PIANTANTE QUALCHE ALBERO E UN PAIO DI AIUOLE???

6 Comments

  1. Io sono Lory ( di LauraetLory ) e la curiosità di conoscerti mi ha spinta a fare un salto sul tuo blog. Per essere così aggiornato ho immaginato che tu debba abitare in centro. Trastevere mi è rimasta nel cuore ( sono nata in via della Lungara) ma le ultime volte che ci sono venuta l’impatto non è stato proprio positivo. Il 4 settembre dello scorso anno io e Laura abbiamo fatto la presentazione del nostro libro alla Fahrenheit, fino alle nove di sera tutto ok, poi… ma di questo potremo tornare a discutere.
    E’ stato un piacere fare la tua conoscenza, tornerò a trovarti.
    Lory

    "Mi piace"

    Rispondi

  2. quando er romano magna con le mano nun je po’ fregà de meno della moquette sintetica… io quanno majo me posso trovà in pericolo ma nun me sposto (tutto documentato sul post di oggi)
    don’t feed animal!
    l’importante è magnà!

    "Mi piace"

    Rispondi

  3. Io cerco sempre di immaginare le riunioni degli addetti all’arredo urbano. Arriva uno e propone l’erba sintetica per una manifestazione nel centro storico. E tutti entusiasti plaudono la trovata che li toglie dall’imbarazzo di dover pensare oltremodo a qualcosa (pensare, tout court).
    Mettono a verbale che si farà il praticello plastificato. Rompono le righe. E vanno tutti al bar a rifocillarsi con un cappuccio e cornetto (o tramezzino, claro).

    "Mi piace"

    Rispondi

  4. @Lory: piacere mio. in effetti la questione ‘ghetto night’ devo affrontarla. sono ben accette segnalazioni a riguardo.

    @skunkyb: ma di quelli appiccicati ar muro con le sedie non ne hai parlato?

    @lady:il ‘cappuccio prosit’ è un vero emblema. sei sempre la migliore.

    "Mi piace"

    Rispondi

  5. Ho lavorato per anni a via Sallustiana e quando da piazza Fiume imboccavo l’infilata di via Boncompagni ombrosa di platani, la trovavo una vista che risollevava il morale e dava sollievo alla calura estiva. Poi, un bel giorno, hanno deciso che i platani erano malati terminali sui quali si poteva, anzi, si doveva, evitare l’accanimento terapeutico. Così li hanno fatti fuori, tutti, senza pietà. Alberi altissimi, rigogliosi, saldi, alberi che non ho difficoltà ad immaginare abbiano urlato al cielo il loro dolore mentre venivano abbattuti. Oggi, al loro posto, hanno piantato degli striminziti alberelli, di pero, mi dicono. Sono piccoli, chiusi nella gabbietta della loro aiuola-monolocale che non toglie spazio ai motorini (loro si che hanno diritto a stare sul marciapiede, mica i platani!) e ci vorranno decenni prima che riescano a procurare un po’ di ombra e a restituire a via Boncompagni l’aspetto maestoso, da vecchia signora ancora piacente, che aveva.
    Io odio chi taglia gli alberi!
    Laura

    "Mi piace"

    Rispondi

  6. Laura, sapessi quanto m’incazzai io e quanto m’incazzo oggi per la politica ‘verde’ della nostra città…

    Tolgono gli alberi (che tra l’altro potano selvaggiamente) e non li rimettono, oppure rimettono vasetti da notte…

    Sto preparando un post a post…

    prossimamente su transenna

    "Mi piace"

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...