Rosso de Trevi, che Warter se levi…

http://stat.radioblogclub.com/radio.blog/skins/mini/player.swf

the fountain in red

Dico solo poche cose sull’argomento già affogato prima fra tanta idiozia quindi in fin troppa Red passion.

Concordo con Lady S ovviamente (peccato non esserci stati, noi 2 ci buttavamo dentro a ballare!). E Perfino con i vari Sgarbi e Toscani stavolta (!?!)

Poi lancio anche io una monetina ner fontanone rosso, tipo "red desire"…

E se fosse questa la nostra prima simbolica presa della Bastiglia romana? Senza sangue per giunta, solo pomodori….

fontava_trevi_rossa3

cliccate l’immagine sopra ma togliete il volume, lasciando solo quello sopra di DE BURGH

Quindi siate meglio di Marcello e Anita… che ce vole pure poco!!!

 …Roma ti amo…

 

7 Comments

  1. concordo, emulazione! oltre al fatto che non sono certa dello scopo così elevato, come lady sostiene, del nostro neo futurista….è vero che il festival del cinema è costato moltissimo e che roma -bellissima!!- necessita di un restayling (vero Veltroni???)…ma insozzare le acque di una fontana gloriosa (il rosso ha intaccato il marmo!!!!) non è il mezzo! o meglio è il mezzo di farsi pubblicità e di attirarsi i complimenti di sgarbi e toscani….e di uscire dal precariato! il fatto è che l’Iitalia funziona così…

    buongiorno Rondone! amo da pazzi la tua città….

    "Mi piace"

    Rispondi

  2. Lady non sostiene nessuno scopo “così elevato” ma attacca quelli che si sentono offesi da un gesto dimostrativo con parvenze artistiche – ammesso che l’arte oggi sia appendere quattro manichini al parco. Il rosso non ha intaccato il marmo. Se avesse voluto fare danni li avrebbe fatti sul serio e con altri mezzi, non certo con due litri di anilina. Nessuno si è autopubblicizzato, giacchè nessuno ha rivendicato il gesto, almeno in modo attendibile. Certo è che l’autore del gesto con i complimenti di Sgarbi e Toscani non ci fa una mazza. E soprattutto non esce dal precariato e non ci paga nemmeno le bollette.
    Direi poi di evitare di chiedere restyling alla nostra giunta comunale, se per restyling si intende la teca di meyer a piazza augusto imperatore. Ecco, lasciamo perdere il “restyling” e procediamo spediti con la pulizia. Quella delle poltrone nei palazzi per esempio.

    Roma è invivibile. I romani che vivono NELLA città ne hanno le palle piene. MarieAntoinette rispondeva con le brioche, questi rispondono a Feste.
    La fine della storia spero sia almeno la stessa.

    "Mi piace"

    Rispondi

  3. Lady la penso esattamente come te su roma – restayling era ironico- comunque il neo futurista è uscito allo scoperto e vedrai che tra poco lavorerà per Toscani nella suo canale su sky…

    Gigliottina? oggi usano la gogna mediatica…stessi fini, stessi inutili mezzi…

    sofy slogged

    "Mi piace"

    Rispondi

  4. Che poi con l’acqua rossa non si vedeva il fondo e poteva essere un deterrente per i ladri di monetine. Io proporrei… un colorante a basi naturali, quelli commestibili in pratica, che ravvivi la fontana a settimane alterne, con colori diversi.

    fabio

    "Mi piace"

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...