…Nun c'è pace…

Immag052

Daje che se so’ levati da li cojoni… Certo riguardando il solito ossimorico manifesto qui sopra, ce se chiede: "Ma la doppia negazione significa che oltre a Bush se beccamo pure la War..?"

Immag041

Fine settimana come questi spiegano come mai il mare vicino la Capitale, pur essendo il più fetido del globo, sia tanto preso d’assalto dai romani…

Dunque: La città ha superato l’avvento dello scemo de guera, sopravvissuto alla desertificazione delle strade e dei servizi, sopportato il blindamento militaresco (che se fosse stato così l’8 settembre, i tedeschi firmavano subito resa incondizionata) e infine tollerato i cagazzi no global&co. Un bel gran premio per il più fesso. Non c’è che dire.

Certo, anche noi siamo sempre svegli. Il sottoscritto e la sua dama decidevano infatti di recarsi in mattinata, fischiettando spensierati, dietro Piazza Navona a cercare quel paio d’occhiali da quell’ottico.."come se chiama..’ndo sta..davanti ar senato..daje..". Del resto la comunicazione era difficile da un giorno intero per via degli elicotteri costanti sopra le nostre capoccie.

Immag018Immag019

Superate le prime trincee e i primi reparti incursori di flottiglia d’assalto abbiamo cominciato a sospettare che qui tutti avevano preso maledettamente sul serio la faccendo dello sbarco americano. Il DDay2. C’erano perfino i forestali! Al centro di Roma!!! E non al Pincio, ma a Piazza di Pietra… Il pino più vicino è a 3 piazze direzione sud . Non sapevano nemmeno dove pisciare…

 Immag024collage

Tuttavia noi siamo capoccioni e svicola qui, striscia di là, eccoci al dunque. Bene, la barriera di scudi e di sguardi d’odio non ci permetteva il tiro a foglia morta tanto caro a Zico, così, un po’ incazzati, abbiamo desistito, non prima però di aver ammirato l’altro elemento della cloaca umana che rotolava sui sanpietrini roventi. Eccoli lì, i manifestanti, con le bandiere della pace, quelle rosse, quelle nere, poi i famosi black block notes, tutti fichetti, col costumino di scena, le new balance ai piedi, la cocacola in mano..nell’altra er sercio da tirare… Che bello fare casino da impuniti.

Immag070

Inutile dire che fosse chiaro come andava a finire. Abbiamo girato l’angolo per trovare la pace del vicolo fuori dal coro, dove alcuni artigiani se facevano un pokerino (nonostante il comune li voglia pure sfrattà..)..

Immag036

 

 ..mentre accanto, in una delle piazze più belle del mondo scoppiava la sagra del lancio selvaggio, tutti contro tutti. Come a scuola. La rincreazione dei cretini. 

 litiganti

Non mi va di tirare le solite somme dei danni, dei costi, del non senso, dei paradossi, dei paraculo, dell’ignoranza, del rischio, della mancanza di rispetto, di tutela… Viene sempre il sospetto che alla fine ci sia un gran bel giro di soldi in tanta idiozia plenaria.

Ma è passata. Anche questa. Avanti il prossimo. C’è posto per tutti. BBoni…Nun spignete…

pacifascisti

 

Voliamo (poco) bassi…

Ormai è tutto chiaro.

Finalmente abbiamo capito di chi è la colpa.

Oggi sfrecceranno le Frecce sull’ennesima genialata: L’ascensore alla Patria.

(Speriamo che non volino troppo basse, con quello che ci costa andar su…)

Inutile scrivere altro. Leggiamo magari, quanto i romani siano entusiasti… Senza ‘turarci il naso’…

ascensore vittoriano

ps. (vedi la Romanella d’oro"Ammonta ad 1.150.000 euro il costo della realizzazione degli ascensori e dei piccoli interventi di restauro alla prima terrazza, mentre è pari a 10 milioni di euro il costo complessivo degli interventi che interesseranno il Complesso del Vittoriano con “la messa in sicurezza, la pulitura del marmo esterno, la creazione di sale per mostre e allestimenti ed il collegamento interno con la stazione della metro C qualora si faccia anche a Piazza Venezia”, ha dichiarato all’ADNKRONOS CULTURA l’architetto Paolo Rocchi, progettista di tutti gli interventi al Vittoriano sottolineando come “gli architetti devono avere il coraggio di fare interventi moderni su architetture classiche, occorre saperli fare nel modo corretto. Questa è una paura che si avverte solo in Italia”.

20070601_artefatti

La Rivoluzione è alle port..iere (blu)

Roma ama i records. E non solo quando si tratta di goals!

Il record mondiale delle autobbblu infatti spetta a noi.

Se in Italia ce ne sono mezzo milione, almeno un quinto è ROBBA NOSTRA!!!

autobbbblu

In giro per la Capitale (ma credo e spero in tutto il Bel Paese) tira un brutta aria per la casta neo-aristocratica dei nostri pupazzoni politici con tutto il loro seguito di lacchè e bravi guardaspalle. E' da troppo tempo che stanno, come si dice qui, "a sgravà". Mi chiedo se qualche d'uno di loro se ne stia rendendo conto.

Nella Parigi di fine '700, gli storici ci raccontano che alla corte dei due poveri ragazzini idioti, in pochi davvero riuscirono a comprendere quello che stava per accadere in quegli anni cruciali. Questo perchè c'era una separazione mostruosa tra classe dirigente e popolo, non solo economica, ovvio, ma di reale uso quotidiano. Ecco, io ho l'impressione che dalle nostre parti circoli simile cecità. Aggravata non solo dai secoli scorsi andati magistralmente dimenticati (questo accade sempre nella Storia), ma soprattutto dalla immonda e pretestuosa parata democratica con cui i nostri rappresentati si riempiono la bocca.

Insomma questi non solo ci prendono per il culo, ma lo fanno anche in nostro nome!!!!

L'odio del popolo, del terzo stato (oggi il primo è dei politici, il secondo forse dei calciatori..), infatti monta. "Piove, governo ladro" non fa più ridere nessuno. Non basta più. Le auto blu (le loro zone off limits, la loro prepotenza, la loro sovrabbondanza)  e l'odio che si portano dietro nella scia sono solo il simbolo di questo sentimento.

Leggete i commenti (hanno pure il coraggio di lamentarsi!) in giro per i blogs, su qualche giornaletto, non c'è bisogno di scovare chissà quali sovversivi, ma fate anche solo un giro (in bici) per la nostra gloriosa città. Ci sono mille esempi quotidiani. Penso all'ultimo: Mio padre, milanese che ama Roma (quella vera), ormai acciaccato quasi quanto la sua alfa, costretto a spostarla sempre più lontano da casa per liberare parcheggi alle auto blu. Penso alle multe che pagherà perché s'illude ogni volta di averla messa dove "si può mettere". Penso alla sua pazienza. Penso che sia finita.

Come la mia.

La 'romanella' d'oro

 altpat

Ne sentivamo proprio il bisogno.

Sì. Finalmente impacchettano anche l’Altare della Patria. Il Vittoriano va lavato, in tempo per il 2 giugno? Non ci credo nemmeno se lo vedo. Certo brutto è sempre stato brutto. Assolutamente senza senso. Tutto quel bianco lì a schiacciare le antiche gemme di Roma. Ma tant’è, noi capitolini (il cui capitolium ci è appunto barbaramente nascosto dal coso savoiardo) ci abituiamo a tutto, e alla fine gli si vuole pure bene. Gli americani lo adorano, sono convinti sia roba (integra!) dell’Impero. E poi ci festeggiamo le vittorie della nazionale…

Solo ci chiediamo un po’ sorpresi: Ma davvero andava restaurato? Cioè gli danno la solita ‘romanella’ per restituirgli il suo originale bianco dixan? Cavolo a me sembrava fra i pochi monumenti a cavarsela benone. Di notte perfino allegro con tutte quelle luci manco fossimo a Washington…

Boh. Valli a capire ‘sti addetti al decoro. Non mi lancio nella solita (comprensiva) crociata anti speculativa sui restauri e sui lavori che tengono Roma e i romani sempre sotto assedio cantiere e cartellonistica-pubblicitaria (http://www.lilloperri.com/lilloperri/article.asp?article_id=2540), certo però noto le quantomeno strane scelte di chi paga ste ‘romanelle’. Quanto costeranno? Io per dare due mani di bianco in casa ho preferito fare da solo che pagare 150 euro al giorno un imbiachino…

Perchè rifanno sempre gli stessi palazzi? Governo e Montecitorio hanno una manutenzione stile Golden Gate: Costante (ed invadente).

gover

Mentre oscuri duelli edilizi escludono dal trucco alcune facciate in punti di chiaro impatto estetico, tipo il malconcio albergo Abruzzi al Pantheon. Qualcuno ci spiega perchè? In fondo sarebbero anche soldi nostri… No?

alberabruz