La farsa dei restauri romani

Non è la prima volta che ne scrivo, non sarà l’ultima.

I due recenti “spacchettamenti” romani di Fontana di Trevi e Trinità dei Monti dimostrano ampiamente quello che dico da tempo. Si tratta di squallide operazioni di marketing, che nascondono il nostro patrimonio artistico (che dovrebbe essere di tutti) in nome di una sua falsa tutela. Il massimo dell’ipocrisia.

La verità è che incartano i monumenti e i palazzi per mesi, anzi per anni, solo per piazzarci enormi manifesti delle più orrende pubblicità o utilizzare poi l’opera stessa per il proprio tornaconto. Un vero schifo. Io li chiamo #crestauri. E prima ancora #restauripanettone.

Sono figli delle romanelle d’oro. Quelle divenute un affare dal rutellico Giubileo in poi. Tutti prendevano soldi per rifarsi il trucco. Ricordate le facciate dei palazzi? Da decenni è diventato un business.

Prendono in giro i turisti, i romani, e soprattutto la decantata Grande Bellezza di questa città, ormai ostaggio dell'”accoglienza”, martire di una speculazione dozzinale sulla massa becera che viaggia e visita il nulla lucidato.

Sto esagerando? Allora ditemi guardando queste foto se davvero vi sembra che Fontana di Trevi e Trinità dei Monti avessero così bisogno di finire sotto restauro.

93390881-9192-466b-889f-d14ab8841ea6

Piazza di Spagna 4 dicembre 2013

1e5d97ff-05ca-48af-8a41-4badd14fded1

Piazza di Spagna 16 novembre 2015

fdtrevi2013

Fontana di Trevi 11 dicembre 2013

20eed175-1f69-412f-8de2-7595bbf50a2b

Fontana di Trevi  4 novembre 2015

Se non vi fidate delle mie immagini, mi viene in soccorso Google Street, e vi invito a fare questo giochino. Controllate le varie date del passaggio, cliccando sugli anni delle immagini in alto a sinistra.

Ecco Piazza di Spagna nel corso di quasi 10 anni.

Notate che prima hanno sfruttato l’obelisco, poi la fontana, la chiesa, ora finalmente la scale (forse le uniche che avevano davvero bisogno di una rinfrescatina, soprattutto dietro, dove non si vede, e poi non ci mettiamo la meraviglia di vederle sgombre!?).

E questa è Fontana di Trevi (2013), restaurata già nel 2012 con Alemanno a farsi vedere.

fontanaditrevi2013fontanaditrevi2014

La cosa più imbarazzante, pur ammettendo che Fendi almeno non ha esagerato con i manifesti, è stato quel bidet personalizzato (e griffato) dove lanciare le monetine nel frattempo…

Una roba aberrante.

Qualcuno dirà giustamente che era comunque meno peggio delle bancarelle dei venditori ambulanti, che sono tornate in forma come sempre, appena è stata liberata la fontana.

Inutile aggiungere che ogni volta che “spacchettano” il monumento fanno la festa dei nastri e del “faccismo”. Sfilate con residenti imprigionati. Come se fosse un merito “averci restituito” qualcosa che è sempre stato nostro, dopo averlo nascosto per troppo tempo!

Ci sono tesori che passano più tempo incartonati che in mezzo ai cittadini. Avete presente la berniniana Fontana del Tritone? E quella di piazza del Popolo? Da primavera la stanno restaurando. Era ed è perfetta. Come lo era il suo obelisco, nonostante le balle che raccontano.

IMG_1060 2

10e0bb63-2ea9-4cfc-8672-ed15fc541bbb

Praticamente non riuscirete mai a vedere tutte le bellezze più famose di Roma contemporaneamente. Perché questi buffoni se ne appropriano (in nome di una falsa tutela) per farci soldi con la pubblicità.

Per fortuna nel popolo che pascola allegramente per il centro di Roma, qualcuno alza gli occhi verso delle memorie visive e resta deluso. Spesso anche un po’ offeso.

Ricorderete i tormentoni e le polemiche su qualche manifesto invasivo. #Voiellolevala (perché Bulgari o Pinko no?)

fcb18207-e8b3-4bfe-af86-7db9abc89545

E il caso del cartellone Fiat nello scorcio del Cupolone? Lo ricordate?

VENDUTO A MARCHIONNE UNO DEGLI SCORCI PIU’BELLI DI ROMAL’impossibile e l’assurdo è diventato possibile a Roma, dove da…

Posted by Paola Taverna on Giovedì 21 maggio 2015

Peccato che dopo averlo fatto rimuovere a furor di social poi ne hanno piazzati altri come se nulla fosse… Ancora oggi la visione è impallata. Praticamente un anno di restauro?

Resta il fatto che l’unico che aveva bisogno di essere salvato era il Colosseo. Che solo dopo secoli d’incuria è stato finalmente (in parte) recuperato (restauro privato per altro senza speculazioni almeno visive), ma questa è un’altra storia, che vi racconterò presto.

Padiglione politico

Eccomi dunque, proprio prima di partire, sollecitato da Motondoso nel mio ultimo post sono passato di sfuggita sul luogo del ritrovamento, dietro Sant’Ignazio. Pazzesco.

04082009Per chi avesse avuto il coraggio di visitare la Biennale veneziana quest’anno ricorda molto il padiglione tedesco. Altrimenti una bella istallazione IKEA, appunto.

04082009(001)Cosa diavolo stanno combinando i soliti politici intorno ai loro possedimenti e appartamenti "democratici"? Dal foglio citato si evince poco, se non che si perderà un altro po’ di suolo pubblico a favore dei lavori in onore agli onorevoli…

Via Nazionale sempre al capezzale


Dopo tante polemiche e speranze… Ce la faremo mai a riaverla?

19062009(001)19062009(003)19062009(002)

Il daltonismo di Roma

Chi mi segue sa che ho altrove scritto da poco sull’argomento. Ma ci torno volentieri a casa mia, se non altro per poter citare l’incontro di vedute e voli pindarici col leggendario prof. Muratore.
Lo spunto, manco a dirlo, me lo ha dato la caduta dell’ultimo baluardo che resisteva serio fra gli aristocratici palazzi romani all’ondata bianca di romanelle che si è abbattuta negli ultimi anni nel centro storico.

palazzo borgheseCome ritroveremo il burbero palazzo Borghese, quando scopriranno le impalcature? Tremo al pensiero osservando i vari modelli già più volte risistemati

colori romanigovernocolori romani di oggi

Il traforo forato…

Vi ricordate quanto ce la menarono con l’epica riapertura del Traforo tra via Nazionale e Via del Tritone? Il mitico Umberto I ripulito e illuminato. Niente meno che per l’8 settembre del 2007, durante l’ultima notte bianca, fra ombre e luci a dir la verità. Ma insomma pareva un miracolo della vecchia giunta. Moderne vernici e luci che manco un locale alla moda…Si progettava perfino un "ballo" nella nuova galleria. Guardate (e ascoltate!) questa piccola testimonianza televisiva prima dei lavori. Emblematica.

Bé, è passato poco più di un anno e mezzo e la situazione mi pare già un po’ critica.

traforo2traforo3Per carità la vernice antismog ha retto l’urto inquinante di quella che solo loro credevano una straordinaria affluenza di traffico; le mie foto lo dimostrano. Il tunnel è sempre semideserto (non a caso avevo lanciato alla nuova amministrazione l’idea di una nuova viabilità per la zona). Il problema però sono le infiltrazioni idrauliche. Dovute a perdite evidenti, che non si sa come,  non furono prese in considerazione ai tempi del restauro…

traforo4traforo5traforo7Considerando poi i giardini superiori che in parte insistono sulla volta,

traforoforse sarebbe il caso di riparare lo scarico della fontanella (già ampiamente segnalato da questo blog). Non fosse altro perché sono i Giardini del Quirinale (quelli per il popolo, s’intende).

quirinalparkquirinalpark (2)quirinalpark (1)
Infine ci si chiede rivedendo il video citato: Ma se, sfruttando il poco traffico del passaggio, i bus turistici proseguono nel pericolosissimo parking con scarico e carico del turistame all’imbocco lato Tritone, ed è evidente come lo sappiano tutti, perfino senza le telecamere piazzate a sorvegliare..

ibusneltraforoibusneltraforo (3)ibusneltraforo (5)Telc..Allora perché nessuno interviene? La nuova giunta è gelosa di quella precedente? Facciamo a chi è più è fesso?

Ci saranno i mostri nel fossato di Augusto?


Tutti a guardare il Tevere, ma qualcuno che butti un’occhiata dietro le transenne orso grill (care al Professionist) che ingabbiano i lavori (?) intorno al Mausoleo di Augusto?

fossato augusto (5)fossato augusto (2)fossato augusto (10)E’ normale secondo voi?

(altri romantici scorci qui)

Giochi da spiaggia romana


Ci siamo. Agosto, città mia non ti conosco. Mentre i pendolari del mare e del last second si affannano a dimostrare il loro ruolo villeggiante nell’estate che punta al 15 fatidico, la vecchia capitale stanca e spossata prova a prendersi un po’ di meritato riposo..

Ma saltellando da un ombra all’altra sulla strada che scotta e si squaglia, si notano piccole  ed emblematiche testimonianze su come le nostre speranze di ritrovare una città migliore in autunno resteranno sogni di notti di mezz’estate.

Intanto ripassando per il solito immondo parcheggio del post precedente mi accorgo che i pini fotografati non ci sono più… (mentre le transenne..). Che diavolo!

parcheggio oltraggioIn compenso stanno avviando lavori sul muro interno, della facciata che vedete sul fondo. Ma intuisco che si andrà verso la probabile, provvisoria ma eterna, consueta romanella.

Del resto mi sono quasi commosso nel constatare che di romanella riqualificante ha usufruito un angolo che da anni giaceva in totale abbandono (ve lo ricordate?).

romanella 2Panchine nuove, rimozione dei cartoni dell’edicola… Però!

romanellaCerto, basta passare dietro per capire che la romanella non basta, ma intanto accontentiamoci…

dietro la romanellaFinché uno di quei cilindroni marci non cadrà in testa a qualcuno… Possiamo plaudire l’operazione.

Infatti di cedimenti pericolosi, ce ne sono diversi altrove. Guardate come infine sono crollati (o stanno per) gli osceni mostri bronzei di Piazza di Pietra. Quelli del percorso farsa

reperti 2repertiCi sono turisti che ancora si fermano ad osservarli, magari fotografarli, certi che abbiano una rilevanza storica indubbia dato che nessuno li porta via.

E che dire della solita grande morìa di colonnotti nello strazio infinito della Maddalena? Chi la spunterà?

guerra infinitaMah… e questi sono solo passatempi spiccioli rispetto al gioco da spiaggia romana preferito: Sventrare la stessa zona di strada dopo averla appena richiusa. So che non ci volete credere. Ma sempre lì, sempre alla fine di Piazza Stanchi Apostoli... Stanno rifacendo castelli di sabbia e sampietrini…

ancora...Speriamo che arrivi l’alta marea…

Via Irrazionale

Credetemi, io sono l’ultimo samurai de Roma. Potrei farmi incatenare al Colosseo per difendere la bellezza pigra di questa Città. Ed essendo un ruskiniano convinto, spesso mi trovo a litigare per difendere la nobilà dei ruderi e del Tempo contro l’invasione di luci, vetrine, lampioni, restauri e riqualificazioni ‘trendy’.

Ma la storia di Via Nazionale è veramente assurda.

Io amo i sampietrini (o sanpietrini, o li serci lucidi di noi serciaroli romantici). Ci scrivo le poesie. Ho il link qui di un sito delizioso. Eppure questa battaglia per difenderli su Via Nazionale mi pare quasi sadica.

Difenderli? I sampietrini sono i martiri di Via Nazionale! Fanno pena (quasi come gli alberelli, ma questo è un altro post), almeno quanto noi quando proviamo ad affrontarli nel cross sulle dune sconnesse di ciò che ne resta, fra buche, toppe, asfalti e cerottoni.

Pronti? Allacciare le cinture. Via col Cross National Trophy:

 (il video è corto per i soliti limiti splinderiani)

La 'romanella' d'oro

 altpat

Ne sentivamo proprio il bisogno.

Sì. Finalmente impacchettano anche l’Altare della Patria. Il Vittoriano va lavato, in tempo per il 2 giugno? Non ci credo nemmeno se lo vedo. Certo brutto è sempre stato brutto. Assolutamente senza senso. Tutto quel bianco lì a schiacciare le antiche gemme di Roma. Ma tant’è, noi capitolini (il cui capitolium ci è appunto barbaramente nascosto dal coso savoiardo) ci abituiamo a tutto, e alla fine gli si vuole pure bene. Gli americani lo adorano, sono convinti sia roba (integra!) dell’Impero. E poi ci festeggiamo le vittorie della nazionale…

Solo ci chiediamo un po’ sorpresi: Ma davvero andava restaurato? Cioè gli danno la solita ‘romanella’ per restituirgli il suo originale bianco dixan? Cavolo a me sembrava fra i pochi monumenti a cavarsela benone. Di notte perfino allegro con tutte quelle luci manco fossimo a Washington…

Boh. Valli a capire ‘sti addetti al decoro. Non mi lancio nella solita (comprensiva) crociata anti speculativa sui restauri e sui lavori che tengono Roma e i romani sempre sotto assedio cantiere e cartellonistica-pubblicitaria (http://www.lilloperri.com/lilloperri/article.asp?article_id=2540), certo però noto le quantomeno strane scelte di chi paga ste ‘romanelle’. Quanto costeranno? Io per dare due mani di bianco in casa ho preferito fare da solo che pagare 150 euro al giorno un imbiachino…

Perchè rifanno sempre gli stessi palazzi? Governo e Montecitorio hanno una manutenzione stile Golden Gate: Costante (ed invadente).

gover

Mentre oscuri duelli edilizi escludono dal trucco alcune facciate in punti di chiaro impatto estetico, tipo il malconcio albergo Abruzzi al Pantheon. Qualcuno ci spiega perchè? In fondo sarebbero anche soldi nostri… No?

alberabruz